Questo sito web utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione possibile. Utilizziamo i cookie anche per ricordare le impostazioni degli utenti e raccogliere statistiche web. Qualora l'utente non accetti l'invio di cookie sul proprio dispositivo, dovrà modificare di conseguenza le impostazioni del browser. Se si accetta l'invio di cookie sul proprio dispositivo, fare clic su "Continua". Nota: è possibile modificare in qualsiasi momento le impostazioni sul browser relative ai cookie disabilitandoli in parte o del tutto. Per informazioni più dettagliate sui cookie utilizzati sul nostro sito web, fare riferimento alla nostra "Politica sull'uso dei cookie".

Bridgestone sta lanciando sul mercato europeo l'innovativo sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici (TPMS), al fine di fornire un monitoraggio più meticoloso della pressione ai clienti con flotte che hanno stipulato un contratto. Grazie al servizio offerto da Truck Point i pneumatici vengono identificati e viene eseguita la necessaria manutenzione per mantenerli in condizioni ottimali.

Due benefici principali per la flotta sono costituiti dal consumo di carburante ottimale e dalla riduzione dei guasti

Gli studi mostrano che una pressione ridotta dei pneumatici comporta un aumento del consumo di carburante, quindi anche delle emissioni di CO2. Ad esempio, un pneumatico con una pressione raccomandata di 9 bar comporterà un aumento del 5% del consumo di carburante se utilizzato con una pressione di 7 bar.

“Da studi interni è emerso che le flotte presentano una media del 25% di pneumatici con una pressione inferiore almeno del 10% ai livelli raccomandati e una media fino al 5% di pneumatici con una pressione inferiore almeno del 20%”, afferma Neil Purves, Senior Manager, Business Innovation, Commercial Products Division, Bridgestone Europe. “In questa situazione di pressione media il consumo di carburante delle flotte sarebbe superiore dello 0,6% rispetto a una condizione nella quale tutti pneumatici presentano livelli di pressione raccomandati.”

I guasti dei pneumatici che comportano il fermo del veicolo al margine della strada sono spesso causati da forature che comportano una fuoriuscita lenta dell'aria: un chiodo può restare giorni o anche settimane all'interno del pneumatico prima che venga riscontrato il calo di pressione. Spesso la perdita non è visibile affatto e il pneumatico arriva al punto da perdere pressione rapidamente. In questo caso, oltre al fatto che il guasto che comporta il fermo del veicolo al margine della strada risulta più costoso rispetto ad una sostituzione del pneumatico ordinaria, il veicolo resterà fermo fino all'avvenuta riparazione e si perderà il valore della carcassa del pneumatico. Inoltre, con lo scoppio di un pneumatico parti dello stesso possono finire sulla strada comportando pericolo per gli altri utenti.

“Il sistema TPMS di Bridgestone permette spesso di rilevare perdite lente di pressione dovute a forature, consentendo di effettuare una riparazione in loco, evitando così i costi notevoli di una riparazione sulla sede stradale”, afferma Neil Purves, Bridgestone Europe.

Oltre ai vantaggi di un minore consumo di carburante e alla riduzione dei guasti, un pneumatico con pressione ottimale è soggetto a un'usura minore e la carcassa sarà in condizioni migliori per la ricostruzione.

Da test effettuati utilizzando migliaia di sensori TPMS Bridgestone in Europa nell'ultimo anno sono emersi chiaramente i vantaggi: “Questo sistema ha attirato immediatamente la nostra attenzione,” afferma Peter Eriksen, Technical Manager presso CDK, uno dei primi clienti a utilizzare il sistema TPMS di Bridgestone. “Usare questo dispositivo semplicissimo per tutti i pneumatici dei nostri veicoli Arla in Danimarca, Svezia e Regno Unito ci ha consentito di risparmiare 350.000 litri di carburante e, annualmente, 945 tonnellate di CO2 di emissioni. Abbiamo preso una decisione ovvia. Inoltre, ora possiamo scoprire in tempo le forature ed evitare potenziali guasti sulla strada.”

Descrizione del sistema

Il sistema comprende un sensore montato sulla valvola, un cancello dotato di sistema ricevente presso la sede operativa della flotta, un sistema di gestione dati basato sul cloud e il centro assistenza dei pneumatici.

Il piccolo sensore utilizza tecnologie brevettate a bassa potenza che gli permettono di inviare un segnale ogni 6 secondi, in modo tale da avere una durata delle batterie di almeno 3 anni. Sono state sviluppate tre versioni per permettere un montaggio ottimale indipendentemente dalla posizione della ruota su veicoli da trasporto o autobus. Il sensore invia dati relativi alla pressione e alla temperatura, nonché un codice identificativo che permette di attribuire la pressione corretta a un veicolo e a una posizione della ruota specifici.

Il ricevitore posto sul cancello è composto da quattro torrette collegate wireless ed è alimentato a batteria (con caricabatterie a pannelli solari). Quando un veicolo equipaggiato con sensori TPMS Bridgestone attraversa il cancello le torrette rilevano i dati dei pneumatici e li inviano con cadenze regolari al database Bridgestone. Qualora venisse rilevata una pressione molto bassa i dati vengono inviati istantaneamente.

Un ricevitore palmare permette al TPMS di funzionare con il sistema T2i di Bridgestone; questo risulta particolarmente utile per i siti nei quali l'impiego di un cancello risulta difficoltoso.

Il sistema T2s centrale riceve i dati dal cancello o dal T2i, quindi accoppia il codice identificativo del sensore alla flotta, al veicolo e alla posizione della ruota specifici, al fine di determinare la pressione raccomandata. La misurazione della pressione indica se il pneumatico necessita di una manutenzione regolare o di un intervento urgente.

Qualora risultasse necessario un intervento urgente (ad esempio in caso di pressione inferiore al 20% rispetto a quella raccomandata) sarà inviato un messaggio automatico al gestore della flotta e al centro assistenza, i quali faranno in modo che il veicolo venga arrestato e sottoposto a verifica.

Il personale del centro assistenza della flotta Bridgestone è espressamente formato per gestire i messaggi in entrata e per adottare le misure del caso in maniera adeguata e tempestiva.