Questo sito web utilizza i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile; i cookie ci servono inoltre per ricordare le tue impostazioni ed effettuare statistiche web. Se accetti senza modificare le impostazioni, ne deduciamo che acconsenti a memorizzare tutti i cookie di questo sito nella directory file del tuo browser. Potrai comunque modificare le impostazioni dei tuoi cookie in qualsiasi momento lo riterrai opportuno.

Recensione

BT-016 PRO e R10: dalla pista alla strada

01 maggio 2011

Valentino Rossi

La rivista Moto Tecnica presenta due pneumatici Bridgestone: il BT-016 PRO e l'R10.

Il Battlax BT-016 PRO è l’evoluzione del BT-16 “standard” di cui mantiene il disegno ma migliora la tenuta sull’asciutto e sul bagnato, nonché la durata su moto di oltre 600 cc. Le misure disponibili del BT-016 PRO sono una per l’anteriore 120/70 ZR17 e tre per il posteriore 180/55 ZR17, 190/50 ZR17 e 190/55 ZR17. Gli interventi che hanno portato a un sostanziale miglioramento sono il disegno del battistrada, l’evoluzione della tecnologia 3LC (3 Layer Compound) che differenzia la mescola tra spalla e parte centrale e l’utilizzo di una mescola Silica Rich EX studiata per garantire un’elevata aderenza, proprio nelle situazioni di asfalto umido e freddo incontrate durante le prove in pista.

La rivista ha testato il Battlax Racing R10 sul circuito di Misano Adriatico, avvalendosi della collaborazione di Lorenzo Segoni, pilota protagonista dei Trofei nazionali. Il tester ha potuto provare gli R10 montati su diverse supersportive come BMW S1000 RR, Honda CBR 1000, MV Agusta F4R, Suzuki GSX-R 1000 e Yamaha YZF-R1.

La pista in parte bagnata dalla pioggia e le basse temperature hanno richiesto una certa cura nel riscaldamento delle coperture ma una volta raggiunta la corretta temperatura di esercizio, i pneumatici hanno mostrato un ottimo inserimento in curva per l’anteriore, senza reazioni particolari, e un buon controllo del retrotreno in staccata per il posteriore.

Nel caso dell’R10, la scelta in gamma è più ristretta: un anteriore (120/70 ZR17) e due posteriori (180/55 ZR17 e 190/55 ZR17). Il primo con la sola mescola morbida (Type 3) il posteriore si allarga anche alla mescola media (Type 3).

Sintesi dell'articolo dal titolo "Dalla pista alla strada", pubblicato sul numero di maggio 2011 della rivista Moto Tecnica. 

Ottimo inserimento in curva per l’anteriore e buon controllo del posteriore in staccata.