Storie che fanno presa Quinta puntata - Yamaha YART

By Fabio Verhelst

lug 26 2018

Un motociclista attraversa un paesino austriaco.

In moto non ci si sposta da un punto di partenza a un punto di arrivo. Si vola da un’avventura all’altra. Ad ogni chilometro ci sono nuove meraviglie da scoprire. Ad ogni curva. Ad ogni sorriso. Con le Storie di moto, vogliamo catturare questi momenti e condividerli con tutti.

Queste moto non sono uno scherzo. Sono dei lottatori a due ruote. E nella Yamaha YART, il loro pedigree.
Rik van Gerwen , Motociclista Bridgestone

L’Austria è un paradiso per la moto e Rik van Gerwen sta sfruttando al massimo le sue giornate incontrando altri appassionati di moto che vivono questo sogno ogni giorno. Uno di loro è Mandy Kainz, ex pilota e ora direttore della squadra di premiere endurance Yamaha YART.

Kainz ha iniziato la sua carriera in sella ad una moto. Ha avuto anche qualche brutto incidente, che però non l’ha allontanato per troppo tempo da questo sport. La passione l’ha riportato in pista con una squadra da lui creata.

Quello che è iniziato 18 anni fa in un’officina è diventato oggi una grande azienda : la squadra Yamaha YART, con il patrocinio di alcuni grandi marchi del mondo dei pneumatici, delle moto e oltre. Nel frattempo la squadra si è anche fatta strada nel mondo delle gare, in quanto gruppo esperto che sa come arrivare in cima alla filiera delle gare endurance. 

Kainz incontra van Gerwen dietro le quinte nella nuovissima sede della squadra, dove si trovano le potenti moto endurance. Incontra anche i meccanici che combinano tutti i pezzi. Dai pneumatici con le migliori prestazioni ad altre parti di qualità ; qui impariamo che creare artigianalmente una moto vincente richiede tempo e dedizione. 

Sono la meccanica e il lavoro di un'equipe ad assicurare che i piloti della Yamaha YART diano il meglio. Anche Bridgestone fa parte di questa storia: infatti la squadra si affida ai pneumatici Bridgestone per raggiungere il podio di alcune delle gare più importanti al mondo, fra cui il campionato mondiale FIM Endurance. 

Ma dietro ogni grande moto, c’è un motociclista di talento nascosto sotto una tuta di pelle. E qui van Gerwen passa dalle moto personalizzate ai lederhosen, grazie all’incontro con un sarto che produce questi tradizionali pantaloni di pelle. Indossa con orgoglio i suoi lederhosen prima di tornare in sella per concludere la sua straordinaria esperienza.